Pag 2

P R E F A Z I O N E

La Storia, ossia, la cronaca del giorno primo; non tutta ma i fatti più salienti annotati con fedeltà, con obiettività.

         Il titolo rispecchia l’andamento che ha contraddistinto lo scorrere del tempo in tutto il periodo esaminato 01-01-2018/30-06-2019, e dato lo stato delle cose, non poteva essere il contrario. Quando si ha a che fare con l’attualità è come ‘navigare a vista’, da un giorno all’altro, da un momento all’altro non si sa a cosa si va incontro.

         Il ‘debutto’: 07-01-2018, LIBERO. Italiani, vittime di razzismo. Trattati peggio dei clandestini in casa nostra… La Fedeli (Ministro dell’Istruzione, PD), bandisce la nostra lingua dall’Università, (in favore dell’inglese!). Dirà che non è vero, ovvio. Ci sono però i fatti che la smentiscono e mettono in evidenza una situazione allarmante, della quale lei non è la sola responsabile.

            Parte da lontano: è una sorta di ‘mania di moda’ che sfugge ad ogni tentativo di reazione (ci ha provato e continua a farlo l’Accademia della Crusca!) perché è molto diffusa e non si riesce ad arginarne il diffondersi, il ‘moltiplicatore’: va in automatico, come si suol dire.

         Si fa a gara nel parlare e nello scrivere, nel fare sfoggio di frasi e parole di lingua inglese, lingua che oltre tutto è già parte dei programmi scolastici a partire dalle elementari. Ma, il contagio -si sa- è uno stimolo in più.

         E poiché nessuno, a cominciare dai giornalisti che operano nelle fonti dell’informazione e comunicazione  (tv, quotidiani vari, settimanali e salottini tv perditempo), dico nessuno si degna di dare spiegazioni, si impedisce ai telespettatori e ai lettori di capire il senso del contesto. Perciò, lascio all’attenzione dei lettori le ovvie conclusioni.

         Questo piccolo ‘spaccato’ è solo uno spunto a mo’ di esempio.

         E poi c’è il grosso problema dell’immigrazione a tenere banco… Perché il Governo del PD, invece di occuparsi solo degli sbarchi e dell’accoglienza -peraltro senza alcun controllo- avrebbe dovuto gestire tutto il resto, ossia rimboccarsi le maniche istituendo dei responsabili in grado di gestire le singole fasi e collocare gli immigrati distribuiti organicamente in tutto il territorio nazionale fornendo loro strutture idonee, cioè un alloggio attrezzato, un letto, un pasto in modo da avviare e facilitare il gravoso compito dell’integrazione.

         Niente di tutto ciò. Ne è scaturito un casino madornale, una ‘gatta da pelare’ di vaste proporzioni, ingestibile e rompicapo, che ha creato solo problemi e caos: gli immigrati, come tanti sbandati, disperati, si vedevano e si vedono dappertutto, meno che al posto giusto ed incutono paura e preoccupazioni, soprattutto la sera e di notte. Il Governo non ha mosso un dito…

         Il 4 marzo 2018: elezioni nazionali, con una discreta affluenza alle urne, hanno visto il Centrodestra affermarsi come coalizione (Fi, Fdi, Lega) più votata, mentre il PD ottiene il peggiore risultato della sua storia (18,7%). Il Movimento 5Stelle risulta il più votato, ma da solo non può formare il Governo, a meno che non si allea con un altro partito; colpa del Rosatellum (da Rosato, PD), la nuova legge elettorale, creata e approvata proprio con l’intento di costringere i partiti ad allearsi.

         La soluzione non è facile, non è alle porte; ma, tutti voi lettori lo scoprirete leggendo, non voglio mettervi in condizioni di seguire solo il mio pensiero, bensì di stimolarvi a rendervene conto direttamente.          Tuttavia, desidero proporvi un suggerimento: non date per scontato di conoscere a priori cose che ritenete di sapere già, sbagliereste, perché -invece- potrete conoscere cose che non sapete e che vi coinvolgeranno nelle notizie -dall’Italia e dal Mondo- nelle informazioni e soprattutto negli argomenti trattati nella seconda parte del volume. A voi la curiosità di scoprirle. Buona lettura.

L’Autore